Making concepts: Motard e DesertX

Avventura e divertimento: nella Land of Joy l’immaginazione non ha confini grazie a DesertX e Motard, gli ultimi concept Scrambler nati per esaltare la creatività e la libera espressione di sé.

Lo scorso novembre, a EICMA, hanno rapito gli sguardi dei visitatori della fiera e conquistato i cuori di tutti gli appassionati Scrambler.

Motard e DesertX, i concept creati da Julien Clément e Jérémy Faraud, sono ispirati alle epoche, agli stili e ai personaggi che hanno innescato nei due designer la passione per le due ruote. E che per l’occasione hanno scatenato tutta la loro fantasia e creatività senza limiti alla libertà d’espressione, come da perfetto manuale Scrambler.

 

 

Motard: divertimento in puro stile anni ’80.

 

Questo esemplare unico è un’evoluzione stilistica dello Scrambler 800. Si ispira alle supermotard degli anni ’80 ed è una derivazione sportiva dello Scrambler Desert Sled.

Monta delle slick con intagli SCR per uso su asfalto. La tabella porta numero anteriore crea la forma del tipico faro Scrambler.

Il nuovo serbatoio in lamiera spazzolata è posizionato sotto due cover che ne evidenziano la forma a goccia.

 

DesertX: l’avventura ha la sua nuova golden age.

 

DesertX si ispira invece ai modelli iconici che gareggiavano nell’epoca d’oro dei Rally del deserto, gli anni ’80 e ’90, e alle indimenticabili epopee della Parigi Dakar.

La moto monta una ruota da 21” all’anteriore ed è realizzata su base Scrambler 1100. Pensato per i lunghi viaggi con tratti off-road impegnativi, DesertX integra 2 serbatoi, ciascuno dei quali diviso in 2 parti, per garantire la prosecuzione del viaggio anche in caso di caduta. La sella passeggero può essere rimossa lasciando spazio a un funzionale portapacchi. Il cupolino protettivo integra una doppia luce diurna con la forma iconica del marchio Scrambler.

Lo stile retrò-tecnologico e funzionale, unito alla pulizia delle linee figlia dell’approccio robust design, pongono questo concept fuori dal tempo e dalle mode.

Disegnare un concept Scrambler: libertà al quadrato.

 

Oltre ad esserne i designer, Julién Clement e Jérémy Faraud sono veri appassionati della Land of Joy. Per loro la libertà d’espressione è un valore irrinunciabile, e questi concept hanno dato loro l’opportunità di lavorare a briglie sciolte, come hanno raccontato i designer stessi nell’intervista in uscita nel prossimo numero del Ducati Redline Magazine:

“I concept sono sempre delle bellissime opportunità per noi. Abbiamo la possibilità di esprimerci senza interventi esterni, dunque il risultato finale è sempre molto fedele alla nostra idea iniziale.”

Volete scoprire di più sui Motard e DesertX? Ancora pochi giorni e il magazine sarà disponibile in formato cartaceo nei concessionari Ducati di tutto il mondo e in formato digitale sul nostro sito e su quello di Ducati.